Progetti Speciali

La Fondazione sviluppa iniziative filantropiche distribuite in diverse aree urbane dell’Italia, con l’obiettivo di portare la prevenzione e la cura visiva in contesti in cui non è sempre facile accedervi, per via delle condizioni economiche e sociali degli abitanti, come nel caso del progetto speciale Ci Vediamo a…, realizzato a Roma e Napoli. Ma anche quando i margini di miglioramento e prevenzione sono assenti o limitati, la Fondazione si impegna nel contribuire a migliorare l’inclusione sociale e, quindi, l’autonomia e la qualità di vita delle persone cieche o ipovedenti, come è il caso del progetto Judo Academy.

Ci Vediamo a...

Un progetto di prevenzione e salute pubblica di nuova generazione che nasce dalla collaborazione tra la Fondazione OneSight EssilorLuxottica Italia e IAPB Italia Onlus – Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.

Le due realtà uniscono le proprie forze e competenze per concentrarsi su aree urbane particolarmente disagiate e intervenire in maniera tale da dichiarare le aree coinvolte “libere da problemi visivi”.

JUDO ACADEMY

Diffondere la pratica sportiva del Judo attraverso raduni itineranti per la preparazione di atleti ciechi e ipovedenti alle Paralimpiadi di Parigi 2024: questo il progetto di FISPIC – Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi – sostenuto dalla Fondazione OneSight EssilorLuxottica Italia. Una sinergia virtuosa che si rivolge alle persone vulnerabili e si traduce nell’opportunità di praticare sport nonostante la cecità o i gravi problemi visivi, offrendo, nello stesso tempo, un percorso di salute e benessere individuale e di inclusione.

CAMPUS VISIVO

Un’altra iniziativa di salute visiva promossa dalla Fondazione OneSight EssilorLuxottica Italia e IAPB Italia Onlus, in collaborazione con Sapienza Università di Roma. Il progetto è volto a supportare la comunità studentesca economicamente più fragile con visite oculistiche gratuite e, se necessario, occhiali da vista senza costi. Una clinica mobile situata nella Città Universitaria ha accolto oltre 80 studenti al giorno, per un totale di oltre 1600 visite dal 10 giugno fino al 5 luglio.